°< PEJA on Parola d'Arte_

Qualche giorno fa, Sebastian di Guardo mi ha dato modo di poter riprendere in mano molti dei temi verso cui il mio interesse sta tendendo. Infatti, se è vero che negli ultimi anni la mia ricerca si è soffermata soprattutto sull’immaginario architettonico, questo lo è in parte e soprattutto a causa del mio interessamento verso […]

Continua a leggere "°< PEJA on Parola d'Arte_"

°< PEJA PRODUCING: Makers @ Il Giornale dell'Architettura

Dal 3 al 5 ottobre si è svolta, presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma, la seconda edizione italiana della Maker Faire, in cui sono stati esposti più di 600 progetti, molti dei quali legati all’architettura: da innovativi congegni domotici a prototipi costruttivi, da sensori propriocettivi a “stampanti” in grado di produrre interi alloggi. Già […]

Continua a leggere "°< PEJA PRODUCING: Makers @ Il Giornale dell'Architettura"

°< Allontanarsi dal “linguaggio”: Lezioni dalla fine del Mondo_

Chi negli anni addietro ha avuto il piacere di condividere le riflessioni che si andavano ad accumulare questo blog, ha qualche idea circa gli interessi critici da cui mi sono fatto conquistare. Degli interessi che ruotano tutti attorno alla nozione di immaginario, sia che essi si focalizzano sul tema delle rovine, della virtualità, delle relazioni […]

Continua a leggere "°< Allontanarsi dal “linguaggio”: Lezioni dalla fine del Mondo_"

.:: Dopo la fine del Mondo_

Nella fase finale del ventesimo secolo abbiamo avuto l’opportunità, prima accessibile solo attraverso la teologia o la finzione narrativa, di vedere oltre la fine della nostra civiltà, di scorgere, in una strana sorta di retrospettiva prospettica, come si presenterebbe la fine: come un campo di sterminio nazista, o un’esplosione atomica, o una wasteland ecologica o […]

Continua a leggere ".:: Dopo la fine del Mondo_"

.:: Citymakers è tra noi!

Che cos’è l’immaginario tecnologico? Quali sono le forme che può assumere? Come può influenzare la costruzione e la percezione delle città? Come può invece essere utilizzata come strumento utile all’architettura? Come può, l’architettura e la città, al contrario, influire l’immaginario tecnologico? Queste sono alcune delle domande a cui Citymakers tenta di dare una risposta. Cinque […]

Continua a leggere ".:: Citymakers è tra noi!"

>°< PEJA Producing: BLOOM 18, CRONACHE DI UN FALLIMENTO ANNUNCIATO

Il 1972 è stato per l’architettura moderna un anno importantissimo: l’esaurirsi dell’energia portata dal sessantotto e dalle neoavanguardie, l’incapacità di rinnovarsi che molte scuole di pensiero nate tra le due guerre ormai dimostravano ampiamente, nonché un regime di storicità completamente cambiato rispetto alle istanze che lo avevano preceduto, portò alla presa di coscienza che, ormai, […]

Continua a leggere ">°< PEJA Producing: BLOOM 18, CRONACHE DI UN FALLIMENTO ANNUNCIATO"

.:: La percezione dello spazio – Parte 3°_

La prima parte puoi trovarla qui: p. 1 La seconda parte puoi trovarla qui: p. 2 È particolarmente importante notare come lo stesso Spuybroek, commissionatogli un lavoro di ambito urbano, che quindi coinvolge interessi allargati, riesce a ricondurre la propria attenzione verso una cittadinanza considerata come un soggetto unico, seguendo il paradigma riproposto da Pierre Lévy di intelligenza […]

Continua a leggere ".:: La percezione dello spazio – Parte 3°_"

.:: La percezione dello spazio – Parte 2°_

Come molti di voi ormai sanno, negli ultimi mesi con la Deleyva Editore ci stiamo impegnando a fondo per una pubblicazione che ritengo davvero importante: L’Architettura del Continuo di Lars Spuybroek, leader dei NOX. Attualmente stiamo revisionando i testi e preparando la grafica, e nel frattempo proseguiamo con la prevendita del testo (a proposito, se vuoi prenotare una copia, […]

Continua a leggere ".:: La percezione dello spazio – Parte 2°_"

>°< PEJA Producing: Addio Paolo Soleri

L’esperienza di vita di Paolo Soleri è stata senza ombra di dubbio una delle più avvincenti nell’intera storia dell’architettura: dopo essersi laureato presso il Politecnico di Torino, lascia l’Italia per recarsi a Taliesin West, dove lavorerà sotto Frank Lloyd Wright. Ma la sua insofferenza per i metodi autoritari dell’architetto americano consumerà in breve tempo l’entusiasmo di […]

Continua a leggere ">°< PEJA Producing: Addio Paolo Soleri"