Lettera aperta alla redazione di Divisare

a

Gentile redazione di Divisare,
vi scrivo presentandomi: sono Emmanuele Jonathan Pilia, critico e direttore della casa editrice Deleyva Editore. Non è la prima volta che vi scrivo e mi rivolgo a voi, ma avendo seguito la nascita e lo sviluppo nei passi che avete comunicato della vostra rivista, forse capirete il perché di questa lettera. Infatti, nei vostri primi annunci, in cui avevate intenzione di cercare un collaboratore a tempo pieno a 500,00 € al mese, mi ero sentito fortemente contrario, pur conoscendo i costi che l’editoria è costretta a sostenere. Una contrarietà di lì a poco sostituita da un cauto ottimismo una volta pubblicata la vostra preview. Ero infatti entusiasta nell’idea di chiarezza che volevate comunicare, nell’idea di lentezza, nella controtendenza rispetto ai frastuoni di testate come Dezeen o ArtTribune (senza entrare nel merito di queste due, che restano ottime riviste), così come sono stato entusiasta nell’esplicitare sponsorizzazioni eleganti e sottili, non strombazzate e violente. Insomma, si preannunciava tutto molto promettente.
Purtroppo queste promesse non mi sembrano essere state mantenute. Il 6 agosto infatti, tramite i vostri canali facebook, avete annunciato il lancio, di lì a poco, dei nuovi portali Europa Concorsi, Architettura Italiana e, appunto, Divisare. La grande quantità di condivisioni online del 13 agosto di molti contatti legati – o meno – alla rivista, mi fa credere che il momento sia giunto, così finalmente apro il sito per verificare se fosse stata corretta la mia impressione. Il sito ha un suo carattere forte e deciso, apprezzo la scelta del layout in stile tile cromato. Ma è nei contenuti, che dovrebbe rappresentare il cuore di una rivista, che sostanzialmente sono rimasto deluso. Il sito si presenta in varie lingue, non tradotte, con alcune schede biografiche di alcuni architetti selezionati, alternate ad articoli riguardanti edifici. La cosa non rappresenterebbe un problema, se non fosse che la scelta di puntare su una nicchia (quella di chi vorrebbe una maggiore calma nella fruizione di qualità online) di una ulteriore nicchia (quella degli architetti, come dice il motto che campeggia al fianco del logo: for architects only). La barriera linguistica posta, da articolo ad articolo, diventa per me oggetto di mistero: ho la fortuna di aver studiato inglese e francese ormai da anni, ma purtroppo non riesco ad avvicinarmi allo spagnolo senza alcuna guida. Cosa faccio? Non leggo gli articoli in spagnolo? La tentazione, per l’utente medio, è di chiudere il sito. Ma è nella seconda scheda aperta che rimango incredulo di fronte alla mancanza di revisione dei contenuti: leggo di un architetto che reputo comunque interessante che viene definito come (cito dalla scheda) “il più interessante autore della scena architettonica italiana degli ultimi 20 anni”. Ripeto: apprezzo il lavoro di Servino, ed ho avuto modo di apprezzarlo – avendolo anche presentato in occasione di una lettura organizzata da Nicola Auciello ed Antonella Villanti. Ma una celebrazione così spudorata sfiora nel cattivo gusto!
Dal punto di vista comunicazionale, inoltre, non capisco la scelta di far circolare il sito il 13 agosto: è evidente che non sia un periodo felice per pubblicizzare alcunché. Attualmente Deleyva ha tre libri pronti, ma non ci verrebbe mai di dare come data di lancio la vigilia di un periodo festivo per molte persone! Una festa che la maggior parte di esse vivrà fuori casa, e non davanti al computer a leggere qualsiasi cosa. Mi sono spesso dichiarato contro la comunicazione (per citare il titolo della mia personale bibbia estetica, pubblicato da Mario Perniola). Ma questo non significa non approfittare delle conoscenze maturate dalla disciplina.
Potrei continuare, entrando nel merito di altre faccende, ma si girerebbe attorno agli stessi concetti ed alle stesse idee. Spero che ci sia ancora margine di manovra: credo che in Italia un prodotto realmente diverso sia necessario.
Con speranza,
Emmanuele Jonathan Pilia

Un pensiero su “Lettera aperta alla redazione di Divisare

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...