°< PEJA PRODUCING: "A Gentlemen's Duel" @Maker Faire Rome

A Gentleman's Duel copia

Esattamente (quasi) un anno fa, nell’arena scavata da Francesco Lipari e Vanessa Todaro di Cityvision, fu organizzata una sfida a suon di slide tra a me e Francesco Verso, in quello che è stato denominato “A Gentlemen’s Duel”. L’idea è semplice ed avvincente: cinque temi, cinque minuti per tema. Ognuno dei partecipanti espone la propria visione riguardo le parole chiavi proposte. Come andò allora, lo lascio decidere a voi:

L’occasione era quella del Maker Faire di Roma, che si impose come uno degli eventi più interessanti per il mondo del progetto, per almeno tre motivi:

1) Perché è riuscito a far penetrare nell’immaginario collettivo un intero mondo che altrimenti rischiava di rimanere recluso nel dominio della curiosità o dell’amatore;

2) Perché è il sintomo di un’alternativa che sta maturando prendendo sempre più credibilità e spessore;

3) Perché ha spronato la creazione di un linguaggio maggiormente libero di tecnicismi, ed allo stesso tempo ha avvicinato il pubblico alla tecnica in questione.

In realtà, ciò che si nasconde dietro l’etichetta-cappello di un evento come quello del Maker Faire non è tanto la promozione di un prodotto (o una serie di prodotti), quanto il prendere coscienza di un sentire che sta montando con sempre più insistenza, forse segno di un tempo che si è convinta che è necessario un ripensamento dell’intero ciclo produttivo, o semplicemente, fare di necessità virtù. L’attenzione non è focalizzata tanto sull’hardware, che sia la stampante 3d o la scheda Arduino, quanto sul processo, sullo scambio continuo di competenze, sulle possibilità progettuali che si aprono di fronte ad uno scenario che mette sullo stesso sofisticate tecnologie e l’artigianalità, competenze altamente specifiche e baratto. Ne emerge la più piena realizzazione del sogno cyberpunk di assimilazione totale della vita del corpo sociale e dei suoi strumenti, tra hacker dal cuore d’oro e multinazionali che tentano di ingaggiarne i migliori.

Ma non dilunghiamoci: domani Arturo Tedeschi ed Emmanuel Ruffo si sfideranno a colpi di pixel per un’ora buona, all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Da sopravvissuto alla scorsa battaglia, mi è stato concesso l’onore di arbitrare la sfida. Saranno presenti anche Massimiliano Ercolani e Francesco Verso, che parleranno dei progetti editoriali che da qui a due anni hanno accompagnato un po’ chiunque mi sia stato vicino, ed in particolare della Libreria di TransArchitettura e del progetto Future Fiction.

Che vinca il migliore!

10342997_926704030692227_858020460948013609_n

Nota 1: Tutte le informazioni relative all’evento “A Gentlemen’s Duel”, potete trovarle al link: https://www.facebook.com/events/1485489768383461

Nota 2: Dopo il duello si terrà un Pecha Kucha dal sapore speciale, dato che si pasteggierà con le membra del perdente. Tutte le info le troverete al link: https://www.facebook.com/pknightroma

Nota 3: Lipari e Todaro hanno presentato un progetto che vale la pensa di andare a vedere da vicino, ma se non potete, vi rimando al link: http://wunderbugs.tumblr.com/

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...