>°< PEJA Producing: Lebbeus Woods tomb, in Art a part of Cult(ure)_

Il 30 ottobre di quest’anno, Lebbeus Woods lascia questa dimensione. Come sapete, in questi mesi ho seguito il lavoro di Massimiliano Ercolani per la sua cura all’edizione italiana di War and Architecture, e la sua scomparsa ci ha particolarmente colpiti. Barbara Martusciello ha voluto invitarmi a scrivere un breve ricordo dell’architetto. La ringrazio per questo, perché credo che sia stato uno degli architetti più interessanti della sua generazione, e la sua scomparsa, a poche settimane dalla conclusione della sua prima realizzazione, fa assumere alla vicenda delle tinte ancora più forti e corpose.
La sua attività si è sempre scontrata con la morte, con il dolore, con le ferite create dalla guerra, dalla politica, dall’idiosincrasia degli uomini. Le comunità si aggregano attorno a bisogni e speranze. Politica e guerra le disgregano, creando nuovi bisogni, e nuovi scenari. Ma dalle macerie di questi scenari è possibile tentare di ricreare nuove comunità, basate su altri principi, su altre speranze.

Il rapporto tra la morte ed il lavoro di Lebbeus Woods è evidente fin dall’inizio. Einstein Tomb è il progetto per un’ideale sarcofago in qui le reliquie del fisico tedesco sarebbero dovute essere conservate.

la tomba è un vascello in viaggio che si allontana su un raggio di luce emesso dalla [Terra] e che segue un immenso e sottile arco attraverso le stelle.

È passato ormai quasi un mese dalla sua scomparsa, ma il suo cadavere sembra essere ancora caldo. Probabilmente lo sarà ancora per molto tempo. Il suo lavoro è distaccato dalla dimensione temporale: per quanto siano legati a persone o eventi precisamente locati sull’asse del tempo, le sua opere vivono in una dimensione atemporale. I suoi scritti restano iscritti in un dominio sfuggente, costantemente inattuali. Ma è questa inattualità che rende potente la propria opera, dato che, come ci ricorda Heidegger, “ciò che è inattuale troverà il suo proprio tempo”.

 

L’articolo in questione è disponibile a questo link.

Un pensiero su “>°< PEJA Producing: Lebbeus Woods tomb, in Art a part of Cult(ure)_

  1. Pingback: the tomb 2009

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...