>°< PEJA Producing: L’INSEGNAMENTO NELL’EPOCA DELLA COMUNICAZIONE, in Art a part of Cult(ure)_

 

 

Presso lo spazio The Deep di Roma, il Roma, 21 novembre 2010, si è tenuto uno dei primi eventi di ArtApartEvents, braccio attivo di Art a part of Cult(ure). Una struttura nata per dare sfogo all’esigenza che sempre accompagna il critico militante, ossia quello di farsi anche curatore, di poter attivare e perseguire:

l’ampliamento della conoscenza e dell’approfondimento culturale; lo sviluppo di una divulgazione di qualità; l’attivazione di spazi e luoghi d’incontro e di confronto pregevoli; la creazione di un intrattenimento piacevole e di alto profilo; la formazione di una fruizione fidelizzata; la realizzazione di una Rete di eccellenze tra soci, collaboratori e partners; la messa in atto di nuove sinergie.

Così come illustra bene lo statuto dell’associazione. L’occasione di illustrare la nascita e lo scopo sociale di ArtApartEvents nasce da un mio report sulla serata de 21 novembre. Una serata interessante quella curata da Flavia Montecchi, in cui è stata presentata al pubblico la seconda uscita della rivista di pedagogia ed intervento sociale “Gli Asini”, progetto editoriale editoriale avviato da Goffredo Fofi e da Giulio Marcon, che pretende di porsi come

strumento di ricerca e approfondimento per le minoranze attive e positive, in un’epoca di corruzione e di sbandamento del nostro paese […]. Di fronte ai profondi cambiamenti politici, sociali e culturali dell’Italia e del mondo, questa nuova iniziativa editoriale intende aprire uno spazio – anticonformista e radicalmente controcorrente – di approfondimento e di dibattito, dando voce ad autori vecchi e nuovi che sanno essere coscienza critica della società e della cultura.

Da queste premesse è nato un interessante dibattito su un tema a me assai caro, ossia quello del ruolo della comunicazione massmediale all’interno della produzione e promozione culturale. Un tema sul quale la posizione tenuta durante la serata da Christian Raimo mi ha dato non poco da pensare. Non posso far altro che invitarvi alla lettura di questa mia ultima riflessione, fruibile al seguente link. Buona lettura!

Annunci

4 pensieri su “>°< PEJA Producing: L’INSEGNAMENTO NELL’EPOCA DELLA COMUNICAZIONE, in Art a part of Cult(ure)_

  1. Emma,
    interessante la riflessione sia di Serena Danna sia della rivista ‘gli asini’.
    Io andrei oltre.
    Ormai ognuno di noi è media di se stesso.
    Detto così può sembrare assurdo ma pare che FB abbia superato google come accessi.
    Cioè ci gingilliamo con i nostri molteplici profili ‘mediatici’ a discapito dei media schermo di vecchia generazione.
    A presto e buon tutto,
    Salvatore D’Agostino

    Mi piace

    1. Ciao caro,
      Facebook supera google? Sembra così dannatamente dissacrante verso l’iniziale obiettivo che i creatori di internet pensavano di perseguire!
      Penso che sia un sintomo dei tempi: da una parte gli utenti chiedono sempre più “svago”, e questo è normale, dato che una grande minoranza di persone fa ricerche regolarmente, dall’altra la gente trova piacevole potersi mettere in contatto più facilmente. Anche se c’è da dire che trovo una maggiore superficialità nei rapporti via facebook rispetto a quelli che scaturiscono attraverso il blog.
      Poi c’è da aggiungere che iniziano ad esserci dei buoni competitor oramai: http://www.bing.com/ offre nella sua versione beta dei buoni risultati…
      Un salutone caro

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...