.:: EmErgEnzE in :: Diverse Tracce ::

L’arte contemporanea può sposare fini solidaristici? E se sì, come? Raggiungere il nocciolo della problematica che si intende indagare è una strada da battere, ma è facile scadere nell’assistenzialismo e nella semplice denuncia. EmErgEnze, Laboratorio Permanente di Arte Effimera a Ladispoli, ha tentato di superare il cliché di un’arte contemporanea per il pubblico, e quello di un assistenzialismo colto. EmErgEnzE è arte contemporanea solidaristica non a fine di lucro, ed in Diverse Tracce ne ha dato prova.

Foto di Fabio Valerio Romano

1) Diversamente_ Io sono diversamente abile. Ognuno di noi è diversamente abile. La ghettizzazione semantica a cui viene costretta con una certa ipocrisia un certo ambito sociale è imbarazzante. Nonostante l’accettazione di questa discriminazione, essere diversamente abile è condizione diffusa di ogni essere umano. Io sono diversamente abile da te, tu da me.

2) Traccia_ Un incrocio tra le due più importanti vie di Ladispoli dove un flusso ininterrotto di persone con ogni tipo di diversità, dal carrozzato al normodotato, tutti in divisa, con la stessa maglia, gialla, a voler allargare l’insieme matematico dei diversi. Nel loro passaggio, il flusso, lascia una traccia, un segno debole, facilmente lavabile, come probabilmente la coscienza delle persone poste di fronte al problema.

3) Azione_ Partiti in sincrono dagli apici delle due vie, due gruppi omogenei nella loro diversità, armati di tempera lavabile, si sono dati appuntamento all’intersecarsi delle due strade, dove si trova lo spazio pubblico più articolato della città. Nel loro passaggio, la tempera viene lasciata cadere tra le strade, come una lumaca che lubrifica la strada che deve seguire, così si è cercati di lubrificare l’occhio della persona comune.

Foto di Fabio Valerio Romano

4) Critical Mass_ All’incontro nell’incrocio tra le due vie, la piazza è stata pacificamente occupata dall’incursione. Lì, la dimostrazione della volontà vitale di chi ha voluto partecipare all’evento si è fatta più forte, soprattutto durante la lettura di una poesia da parte di Sara, ragazza disabiledi Ladispoli, scritta da Ivan, ragazzo disabile del nord Italia che non rinuncia a vivere nonostante le sue difficoltà.

5) Anche io sono diversamente abile_ Cosa vuol dire per te essere diversamente abile? La domanda posta ai fruitori occasionali dell’evento. La domanda su cui si sta cercando di riflettere è posta sul blog creato per l’occasione. Non ci resta che aspettare risposte.

foto di Fabio Valerio Romano

Foto di Fabio Valerio Romano

Annunci

8 pensieri su “.:: EmErgEnzE in :: Diverse Tracce ::

  1. Avendo assistito con un occhio elettronico all’azione di EmErgEnzE, la cosa molto interessante è stata vedere come la tempera sia divenuta documento di un contatto: i segni delle ruote delle carrozzine e le orme dei piedi testimoniavano una contaminazione realizzata nell’istante, ma permanente nelle tracce di colore.
    La presenza fugace dell’invasiona ha trovato una testimonianza più duratura in questi segni spuri in parte determinati da un pubblico che diviene autore involontario di un’opera che è pura azione.
    Peccato che la tempera lavabile, generatrice di molteplici letture sui segni lasciati, sia stata considerata da alcuni autoctoni come elemento inquinante delle strade alla stessa stregua di una carta gettata in terra per pigrizia e noncuranza.

    Mi piace

  2. @ Lampadina:
    Grazie per aver partecipato alla discussione!
    Ad ogni modo, hai proprio centrato! Oltre alla dimensione sociale, la cosa interessante è quella estetica, dove i segni lasciati dai passanti occasionali e dagli autori si mescolavano in un vortice indistinguibile di tracce…
    Purtroppo come dici tu, non tutti hanno gradito la cosa, ma questo credo che sia una cosa buona, dato il fatto che comunque sono stati in qualche modo costretti a riflettere sul tema che abbiamo proposto…
    Peccato che non tutti hanno però afferato…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...